Comunicato Stampa

L’Aquila, 9 Aprile 2018

Sottoscritto Accordo di Innovazione con Ministero dello Sviluppo Economico e Regione Abruzzo:  a L’Aquila i primi test con GALILEO e 5G per i “veicoli connessi”.

Con il coordinamento di Radiolabs e la partnership di Universita’ dell’Aquila, Leonardo, Telespazio ed Elital il progetto EMERGE si prefigge l’ambizioso obiettivo di sviluppare e sperimentare soluzioni ITS (Intelligent Transport System) in Abruzzo. Nell’arco di un triennio  EMERGE mira a progettare, prototipare e verificare sul campo le tre piattaforme tecnologiche “chiave” dei sistemi di guida per i veicoli connessi ed autonomi: Localizzazione ad elevato livello di integrita’, Comunicazioni V2V- V2X – satellitari, e Cybersecurity. Queste piattaforme –  le prime in Europa basate sulla geo-localizzazione fornita da GALILEO  e sulle comunicazioni 5G – saranno sviluppate e sperimentate a L’Aquila – una delle 5 città scelte dal Ministero dello Sviluppo Economico per la sperimentazione del 5G. Il test bed su scala reale e in ambito urbano è parte della missione del Centro di Eccellenza sul veicolo connesso che realizzerà l’Università dell’Aquila e che si integra con il programma EMERGE per promuovere la ricerca a livello nazionale ed internazionale. Per la sperimentazione saranno utilizzati veicoli DUCATO di FCA opportunamente allestiti sia per scenari operativi di tutti i giorni che a supporto delle emergenze con funzioni di navigazione cooperativa avanzata e  orientata al miglioramento delle condizioni generali di sicurezza e alla riduzione dei tempi di percorrenza. EMERGE – coerentemente con le politiche nazionali del Cluster Trasporti e del programma Industria 4.0 – è coordinato con i progetti del Polo Automotive Abruzzo e delle realta’ del gruppo FCA ivi presenti, e si pone anche l’obiettivo di favorire sinergie tecnologiche per l’automazione dei treni e per le auto a guida connessa. Paola Inverardi – vice presidente di Radiolabs e Rettrice dell’Università dell’Aquila ha dichiarato: “Con il progetto EMERGE, la cui preparazione ha richiesto un lavoro di circa due anni, si avvia un nuovo percorso di innovazione e ricerca per valorizzare le nuove tecnologie e le capacità intellettuali dei nostri ricercatori, in stretto collegamento con le eccellenze industriali presenti sul territorio e con l’obiettivo di estendere le collaborazioni ad altre Regioni in Italia e in Europa da cui EMERGE ha ricevuto  diverse manifestazioni di interesse.”