Università di Roma – Tor Vergata

universita-tor-vergataL’ Università di Roma – Tor Vergata è stata fondata nel 1982 ed è rapidamente divenuta uno dei principali Atenei italiani. Oggi l’ Università conta 1.400 docenti e oltre 41.000 studenti e si compone di 6 Facoltà (Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere, Medicina, Scienze MFN), 27 Dipartimenti e 30 Centri di Ricerca Interdipartimentali.
L’offerta didattica si articola in 113 corsi di laurea triennali e specialistici, 138 corsi di perfezionamento e master e in 54 scuole di specializzazione.
La Facoltà di Ingegneria si compone di 156 docenti di I e II fascia e di 87 ricercatori, e più di 5600 studenti, iscritti ai 14 corsi di laurea triennali e specialistici e a 26 corsi di dottorato e master.
La partecipazione dell’ Università al Consorzio RadioLabs avviene attraverso il contributo del Dipartimento di Ingegneria Elettronica.
Con i suoi circa 100 collaboratori, tra personale di ricerca strutturato, collaboratori esterni, studenti di dottorato e personale tecnico e amministrativo, il Dipartimento costituisce l’ambito primario in grado di favorire la formazione, la ricerca e l’attività di trasferimento tecnologico alle imprese.
La sua missione è determinare un costante progresso della conoscenza in campo scientifico e tecnologico nei settori dell’elettronica e delle telecomunicazioni.
L’ Università di Roma – Tor Vergata è partner di RadioLabs a partire dal 2001 come socio fondatore.

Unversità degli Studi de l’Aquila

Logo_Universita_degli_Studi_dellAquila-240x300L’Università degli Studi de L’Aquila risale al XV secolo e attualmente ha 25.000 studenti iscritti e dispone di 45 diversi corsi di laurea triennale, che spaziano dalle Materie Umanistiche alla Fisica e all’Ingegneria, e 22 di laurea magistrale in tutti i settori degli studi moderni avanzati e di ricerca. In un recente studio indipendente, si è classificata tra le migliori università italiane per la capacità di attirare fondi privati, e, per quanto riguarda gli studenti nel campo della Fisica, tre dei sei ERC Starting Grants attribuiti all’Italia nel 2007 sono stati assegnati ad ex studenti di Dottorato de L’Aquila. La ricerca è coordinata da 19 diversi Dipartimenti, due Centri di Eccellenza Nazionali istituiti dal Ministero Italiano per la Ricerca (il Centro di Eccellenza DEmbedded Controllers, Wireless Interconnect and Systems-on-chip (DEWS), e il Centro di Eccellenza Tecniche di TElerilevamento e Modellistica Numerica per la Previsione di Eventi Meteo Severi (CETEMPS)) e tre Centri di Ricerca Medica. A causa della collocazione geografica dell’Università al centro della penisola italiana, la ricerca scientifica si sviluppa sinergicamente con realtà universitarie consolidate quali quelle di Roma, Firenze, Napoli, Bologna, Padova e Milano. Ospita una vasta comunità di scienziati, che vanno dai fisici delle particelle (Laboratorio Nazionale del Gran Sasso, impianto sotterraneo per lo studio di particelle passive dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) ai fisici della materia condensata, parte dei quali ha dato luogo a un laboratorio nazionale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). In ottica e fotonica, l’Università ha una lunga tradizione che si estende tra il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell’Informazione (DIEI) e il Dipartimento di Fisica, da poco fortificato da un Centro di Microscopia Elettronica nel Campus. Il DIEI (Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell’Informazione) ospita l’attività di ricerca in Ingegneria Elettrica e Informatica associata alla Facoltà di Ingegneria. La ricerca è promossa in un ambiente multidisciplinare attraverso laboratori, attrezzature, borse di studio post-dottorato, sostegno finanziario per la formazione specializzata e la divulgazione scientifica. E’ sede di un programma di Dottorato e gli studenti di laurea e post-laurea costituiscono parte integrante delle iniziative di ricerca. Il DIEI è sostenuto in parte da fondi di Ateneo, e in parte tramite collaborazioni nazionali e internazionali, progetti di ricerca, e programmi industriali di R&D. Ha 50 membri permanenti di ricerca e 20 posti temporanei, ed è uno dei più grandi Dipartimenti dell’Università degli Studi de L’Aquila. Vanta un’esperienza di riconosciuta eccellenza nella ricerca di base. La sua produzione scientifica si estende su una vasta gamma di settori applicativi fondamentali e con una forte vocazione multidisciplinare, che vanno dalle attività tradizionali di controlli, telecomunicazioni e informatica, alle iniziative più pionieristiche in economia, matematica, fisica, biologia, tecnologia elettrica, elettronica, e automazione.
L’Università degli Studi de L’Aquila è partner di RadioLabs a partire dal 2005.

Università degli Studi Roma Tre

Logo_Roma_TreL’Università degli studi Roma Tre è stata fondata nel 1992, è l’università più “giovane” di Roma e conta quarantamila studenti iscritti.
Sono attive 8 Facoltà e 29 dipartimenti che offrono, complessivamente, 30 corsi di Laurea, 45 corsi di Laurea magistrale, 66 Master, 9 Corsi di perfezionamento, 16 Dottorati di ricerca, 5 Scuole dottorali e 2 Scuole di specializzazione.
Nell’attuazione della nuova offerta didattica, definita in base alle esigenze di un mercato del lavoro che ha dimensione europea e internazionale, Roma Tre è pienamente impegnata nel proporre percorsi formativi che consentano di raggiungere elevati livelli di specializzazione professionale e di preparazione alla ricerca.
A Roma Tre è stato introdotto il controllo della qualità dei servizi e il monitoraggio dell’organizzazione e della gestione della didattica per assicurare efficienza e favorire la motivazione di quanti lavorano e studiano nell’Ateneo.
Roma Tre è una leva vitale dello sviluppo urbanistico della capitale; è un attivo centro di produzione culturale a dimensione internazionale; dedica energie e risorse all’ideazione e all’organizzazione di convegni e seminari, che sono occasioni di riflessione e di incontro con personalità di spicco nel campo della cultura, della ricerca e dell’impegno sociale e politico.
La Ricerca Scientifica è, con la formazione, funzione fondamentale dell’Università e costituisce anzi la premessa dell’insegnamento. E’ il motore della conoscenza critica, della creatività, dell’innovazione, della competitività e della stessa qualità dell’attività didattica.
Roma Tre promuove la ricerca con azioni di sostegno dei Dipartimenti tese allo sviluppo della ricerca di base e dei laboratori, alla promozione della circolazione internazionale delle conoscenze, al reclutamento di giovani per consolidare in cofinanziamento la fascia dei ricercatori, al potenziamento degli assegni di ricerca, delle Scuole dottorali e dei Dottorati internazionali.
L’autonomia di programmazione e di gestione dei Dipartimenti costituisce il presupposto per l’efficacia di tali attività. I Dipartimenti, costituiti su base disciplinare, ricevono annualmente dall’Ateneo un unico fondo che comprende gli stanziamenti per la ricerca scientifica, per gli assegni di ricerca e per le altre iniziative che alla ricerca sono collegate e provvedono autonomamente a programmare, a gestire, a finanziare l’attività di ricerca, definendo le proprie linee di sviluppo e scegliendo autonomamente le modalità con cui selezionare le attività di ricerca da finanziare. La cultura della valutazione si va affermando come importante elemento complementare dell’autonomia di programmazione.
L’Ateneo ha promosso un progetto integrato per un Sistema di Anagrafe della Ricerca, con l’obiettivo di fornire uno strumento informatico per la documentazione e il monitoraggio dell’attività di ricerca e delle attività di trasferimento dei risultati dell’Università Roma Tre.
Crescente è l’interesse dell’Ateneo per il tema del trasferimento tecnologico e della creazione di nuove imprese, in particolare gli spin-off, nell’ambito di un ampliamento e rafforzamento delle interazioni già esistenti con il sistema produttivo. Roma Tre supporta i Dipartimenti e i gruppi di ricerca presenti in Ateneo nella promozione, partecipazione e gestione di progetti a partenariato pubblico-privato, mirati all’innesco e al governo dell’intera catena del valore, dalla creazione di know-how al suo utilizzo concreto, per la promozione della competitività e dell’innovazione basata sulla conoscenza. I settori di intervento sono significativi del contesto regionale e riguardano ambiti tradizionalmente legati all’innovazione, quali ICT, audiovisivo-multimediale, aerospazio, microelettronica, biotecnologie, ambiente e territorio, ma anche i beni culturali e la pubblica amministrazione.
L’Università degli Studi Roma Tre è partner di Radiolabs a partire dal 2006.

Ansaldo STS a Hitachi Group Company

ansaldoCon oltre 160 anni di storia, Ansaldo STS è un’azienda all’avanguardia nelle tecnologie di segnalamento, nei sistemi di sicurezza e nelle soluzioni di trasporto. Ansaldo STS è la società con le migliori performance nel settore ferroviario, con un fatturato annuo di circa € 1,4 miliardi. Siamo in grado di rimanere all’avanguardia del nostro settore perché costruiamo partnership solide e, soprattutto, sviluppiamo soluzioni di trasporto su misura. Spostiamo persone e merci in tutto il mondo, e lo facciamo in modo sicuro, rapido e nel rispetto dell’ambiente. Tuttavia, la nostra azienda è molto più di questo. Ansaldo STS è ampiamente considerato un leader globale in una varietà di settori nel settore del trasporto ferroviario. Siamo specializzati in tutti gli aspetti della costruzione, dell’ingegneria ferroviaria e della gestione e ci caratterizziamo come costruttori di ferrovie chiavi in ​​mano, nonché esperti di automazione e segnalamento che introducono le tecnologie satellitari sulla roadmap per la fornitura di nuovi sistemi di controllo dei treni efficienti in termini di costi
Nel 2017, Ansaldo STS ha completato l’implementazione di 14 progetti metropolitani senza conducente in tutti gli Stati Uniti, Perù, Danimarca e Arabia Saudita, tra gli altri. Abbiamo anche costruito una linea merci con nuove capacità satellitari su una miniera di ferro in Australia. La linea merci di Roy Hill trasporterà 55 milioni di tonnellate di minerale di ferro, dalla miniera al porto, lungo una ferrovia di 350 km ogni anno. Con Rio Tinto Ansaldo STS ha sviluppato il progetto AutoHaul, i primi treni senza conducente al mondo che opera su più di 1.700 km di ferrovie collegando 16 miniere a quattro terminal portuali e utilizzando un’innovativa soluzione di telecomunicazioni multi-portante con tecnologie Satcom.
Avvalendosi della nostra esperienza in Australia e lavorando in partnership con l’UE e RFI, Ansaldo STS sta sviluppando e implementando un sistema in grado di controllare efficacemente i percorsi di pick-up e di consegna utilizzando l’innovativa tecnologia satellitare, nota come ERSAT che è stata testata con successo in Sardegna.
AnsaldoSTS è partner di RadioLabs a partire dal 2012.

Hitachi Systems CBT S.p.A.

Hitachi Systems CBT S.p.A. è il System Integrator europeo di Hitachi Systems Ltd., attivo sul mercato italiano da oltre 35 anni.
Da sempre orientata alle esigenze del cliente, Hitachi Systems CBT accompagna le aziende medie e grandi, pubbliche e private, nel percorso di Digital Transformation, attraverso l’implementazione di soluzioni e servizi innovativi, gestiti in ottica consulenziale from end to end. ll cloud, i progetti infrastrutturali, gli applicativi, le soluzioni in ambito security e i più moderni progetti di Internet of Things, legati alle capacità progettuali e ai servizi di gestione della tecnologia, fanno di Hitachi Systems CBT il partner strategico per i progetti di innovazione.

Nelle sedi di Roma, Milano, Venezia e Bologna, Hitachi Systems CBT si avvale di un team di oltre 250 persone, a supporto dei clienti in ogni fase della collaborazione. Altro grande valore sono le oltre 1.200 certificazioni, sinonimo di competenze e costante aggiornamento sulle tecnologie multivendor a beneficio delle esigenze dei clienti. Un’offerta ed un approccio di tipo consulenziale, che si integrano con i servizi e le tecnologie di Hitachi Systems Ltd., e che consente di far accedere il mercato italiano alle migliori tecnologie e soluzioni internazionali.

Hitachi Systems CBT S.p.A  è partner di Radiolabs a partire dal 2014.